Scrivici







Pubblicazioni

test

test

La sinistra è finita in discarica?

La sinistra è finita in discarica?

Non ce la date a bere

Non ce la date a bere

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

morti sul lavoro, una strage che ha tante cause PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Martedì 13 Novembre 2018 18:11

REPORT MORTI SUL LAVORO DAL 1 GENNAIO AL 31 OTTOBRE 2018

Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro.

L’unico sito che monitora in tempo reale TUTTI i morti per infortunio sul lavoro

Morti sul lavoro dal 1° gennaio al 31 ottobre 2018

Sono 611 i morti sui luoghi di lavoro (tutti registrati in apposite tabelle excel). Con i morti sulle strade e in itinere sono già morti oltre 1100 lavoratori.

Chiediamo una Commissione Parlamentare d’inchiesta per sapere il reale numero di morti per infortuni sul lavoro in Italia che sono sempre sottostimati

Sono ben 81 i morti schiacciati dal trattore dalla nascita a giugno del nuovo governo, e 132 dall’inizio dell’anno. Aspettiamo un intervento mirato dal Ministro Centinaio,

N.B i morti segnalati nelle Regioni sono solo quelli sui LUOGHI DI LAVORO. Ricordo ancora una volta che ce ne sono almeno altrettanti che muoiono sulle strade e in itinere nelle province. Non sono conteggiati, oltre che i morti in itinere nelle province e regioni i morti sulle autostrade: con queste morti arriviamo già a superare i 1100 morti per infortuni complessivi

 
stop incentivi alla geotermia, aprire all'idrogeno PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Martedì 13 Novembre 2018 15:38

Bene lo stop agli incentivi alla geotermia inquinante: il governo vada in fondo con il decreto in discussione.

Si spostino sull’idrogeno gli incentivi, che avvierebbero una grande riconversione dell’energia in Toscana e in Italia

 

Finalmente il governo ha escluso la geotermia dagli enormi incentivi di cui ha goduto finora: speriamo che l’iter di approvazione vada avanti e si concluda così, nonostante la canea scatenata da Rossi e dai sindaci dei comuni geotermici toscani. Questi amministratori  hanno sempre ignorato le evidenze epidemiologiche sulla salute delle popolazioni coinvolte nella geotermia. Rossi in particolare ha ispirato ed approvato un Piano regionale per la qualità dell’aria che non cita neanche la geotermia , che al contrario è uno dei fattori principali  di emissioni inquinanti in Toscana. Rossi e i sindaci fanno poi del terrorismo sui  disastri occupazionali  che si produrrebbero con lo stop agli incentivi, confermando quanto pensiamo e denunciamo da anni: la geotermia toscana è tenuta in piedi  prevalentemente dagli incentivi , e non da una sua intrinseca utilità sociale.

Attachments:
FileDescrizioneUploaderFile size
Download this file (foto sfere idrogeno Solvay rosignano.pdf)foto sfere idrogeno Solvay rosignano.pdf Maurizio Marchi191 Kb
 
l'ipocrisia degli euro-statunitensi sulla Libia PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Martedì 13 Novembre 2018 11:57

I distruttori della Libia ora «per la Libia»

Manlio Dinucci

Una mezzaluna (simbolo dell’islamismo) raffigurata come uno stilizzato emisfero che, affiancato da una stella e le parole «for/with Libya» (per/con la Libia), rappresenta «un mondo che vuole porsi dalla parte della Libia»: è il logo della «Conferenza per la Libia» promossa dal governo italiano, come evidenzia il tricolore nella parte inferiore della mezzaluna/emisfero.

La Conferenza internazionale si svolge il 12-13 novembre a Palermo, in quella Sicilia che sette anni fa è stata la principale base di lancio della guerra con cui la Nato sotto comando Usa ha demolito lo Stato libico.

Essa veniva iniziata finanziando e armando in Libia settori tribali e gruppi islamici ostili al governo di Tripoli e infiltrando nel paese forze speciali, tra cui migliaia di commandos qatariani camuffati da «ribelli libici».

 
Rigassificatore Edison al TAR del Lazio PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Martedì 13 Novembre 2018 12:05

Il 14 novembre si discutono davanti al TAR del Lazio i tre ricorsi presentati nel tempo dal Comitato Noterminalegas e dal Comune di Rosignano, riunificati. Il Comitato locale è sostenuto nel ricorso anche dal WWF , dal Forum ambientalista e da Medicina democratica.

Si discuterà se la VIA favorevole del novembre 2010 del Ministero dell’ambiente al progetto di rigassificatore possa considerarsi ancora valida ben otto anni dopo,  e di conseguenza se l’esclusione da una nuova VIA decretata nel 2017 sia fondata  o meno. Per gli oppositori al progetto evidentemente l’esclusione da una nuova VIA non è fondata anche per le novità negative che sono state introdotte da Edison rispetto al progetto approvato nel 2010, come il non spostamento del serbatoio di etilene dall’area archeologica, la previsione del rifornimento di bettoline (piccole navi) con il Gas Naturale Liquefatto, di camion e in prospettiva perfino di treni. Tutto ciò comporterebbe un aumento molto elevato di rischio di incidente.

Ultimo aggiornamento ( Martedì 13 Novembre 2018 12:09 )
 
Ma quale cambiamento ? PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Lunedì 12 Novembre 2018 16:54

SITO Peacelink

"Spiccata sinergia e cooperazione tra l’Aeronautica Militare e l’Industria militare nazionale"

Il "governo del cambiamento" e i mercanti di armi

Bahrain e Kuwait ospiteranno le Frecce Tricolori. Sarà una esibizione sponsorizzata dall'industria bellica nazionale. Ma Bahrain e Kuwait violano i diritti umani e la legge italiana vieta di vendere armi a tali nazioni.

11 novembre 2018 - Alessandro Marescotti

Fossero stati all'opposizione, i parlamentari del M5s avrebbero presentato un'interrogazione per chiedere conto di questo tour in cui i mezzi dell'Aeronautica Militare vanno a fare bella mostra di sé in Medio Oriente con esibizioni acrobatiche.

Tutta pubblicità (non è ben chiaro pagata da chi) all'industria delle difesa per puomuovere la vendita delle armi.

Dal 14 al 16 novembre vi sarà la partecipazione al “Bahrain International Air Show”, in occasione del quale "la Pattuglia Acrobatica Nazionale porterà per la prima volta l’acrobazia collettiva militare italiana in Bahrain", si legge su Analisi Difesa. Inoltre domenica 18 novembre "a Kuwait City, i dieci MB-339 della PAN effettueranno il loro programma acrobatico, insieme alle presentazioni in volo dei velivoli del Reparto Sperimentale Volo".

Ultimo aggiornamento ( Martedì 13 Novembre 2018 15:52 )
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 200