Scrivici







Pubblicazioni

test

test

La sinistra è finita in discarica?

La sinistra è finita in discarica?

Non ce la date a bere

Non ce la date a bere

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

geotermia, nè rinnovabile nè sostenibile PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Martedì 10 Ottobre 2017 16:57

https://photos-2.dropbox.com/t/2/AAAzBHAD1V_TFESB94cP_FtDiU3gtNUXZfD2SQp832yS0Q/12/210905771/jpeg/32x32/3/1507575600/0/2/_DSC4657.jpg/ENnAg58BGPYxIAcoBw/ooOgEPs2DhiOT1ylSOvptjGeq7yQ-3MtZE9vSIQfH5M?dl=0&size=32x32&size_mode=5

Grande successo degli Stati Generali della Geotermia domenica 8 ottobre 2017 ad Acquapendente (VT)

Carissime/i,

La giornata di ieri ad Acquapendente (4° edizione degli Stati Generali della Geotermia) ha avuto un grande successo ed ha mostrato come l’opposizione alla geotermia elettrica speculativa ed inquinante sta guadagnando rapidamente sempre più territori nelle regioni dell’Italia Centrale ed in Campania, dove il Governo ed altri enti vogliono insediare impianti geotermici.

Questo ci rafforza nella convinzione delle giustezza della nostra comune lotta e della necessità di continuarla ed estenderla.

Vogliamo pertanto ringraziare tutti i partecipanti che hanno reso possibile tutto ciò, in particolare gli estensori di relazioni scientifiche (dr. Mastrolorenzo, prof. Borgia, avv. Greco) che sono state particolarmente apprezzate dal folto pubblico. Con l’occasione desideriamo ringraziare il sindaco Ghinassi per la ospitalità concessa, il personale della Biblioteca sempre attento ad ogni nostra esigenza, e la televisione RTUA che ha ripreso l’intera giornata e prossimamente ci permetterà di vedere sul canale youtube i lavori della giornata.

I prossimi giorni verrà emesso un comunicato stampa sull’andamento dei lavori e successivamente le decisioni prese dai comitati nel dibattito nel pomeriggio per la continuazione e l’allargamento della vertenza.

Cordiali saluti,

Velio Arezzini e Vittorio Fagioli, Rete Nazionale NOGESI

 


-----

 
emodinamica in val di Cecina, subito PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Martedì 10 Ottobre 2017 09:14

MEDICINA DEMOCRATICA

Movimento di lotta per la salute

Infartuati a rischio morte per mancanza di una sala di emodinamica

Come messo nuovamente in evidenza dal cardiologo Claudio Marabotti nel corso di una conferenza pubblica il 6 ottobre 2017 c’è una sorta di quadrilatero della morte, compreso tra Livorno, Grosseto e Siena, dove manca una sala di emodinamica, indispensabile per il soccorso tempestivo degli infartuati nei primi 60/90 minuti dall’insorgere dei sintomi dell’infarto  del miocardio. In particolare l’emodinamica manca negli ospedali di Cecina Volterra e Piombino, mettendo a rischio morte per infarto circa 140 mila persone, più le decine di migliaia di turisti che si affollano nella val di Cecina, sulla costa e all’Elba d’estate. Una mancanza strutturale, peraltro abbordabile dal punto di vista dei costi, che la Regione deve coprire al più presto, e che i sindaci devono rivendicare con forza, come già fanno i cittadini organizzati nei comitati e in associazioni come la nostra.

 
finalmente un premio Nobel ben assegnato PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Sabato 07 Ottobre 2017 11:05

La International Campaign to Abolish Nuclear Weapons (ICAN) di cui anche Rete Italiana per il Disarmo e Senzatomica fanno parte ha vinto il premio Nobel per la Pace!

Fonte: RID - 06 ottobre 2017

 

Con grande soddisfazione la Rete Italiana per il Disarmo e la Campagna Senzatomica hanno appreso la notizia della assegnazione del Premio Nobel per la Pace alla International Campaign to Abolish Nuclear Weapons di cui fanno parte e per cui hanno lavorato e si sono mobilitate negli ultimi anni. E’ un riconoscimento che premia gli sforzi della società civile internazionale che ha rilanciato il percorso del disarmo nucleare a partire da principi umanitari e che dimostra come ci sia la necessità, in questo mondo pieno di tensioni, di mettere al bando le armi nucleari.

 
il governo italiano ratifichi la risoluzione dell'ONU sul bando alle armi nucleari PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Martedì 10 Ottobre 2017 09:08

INTERVISTA: UNO DEI MAGGIORI ESPERTI DI ARMI NUCLEARI SPIEGA CHE COS’E’ LA B61-12 DESTINATA ANCHE ALL’ITALIA (Manlio Dinucci)

https://www.youtube.com/watch?time_continue=1&v=IDzVowu5njs

================================

NO ALLE BOMBE NUCLEARI IN ITALIA

APPELLO  DEL COMITATO NO GUERRA NO NATO LANCIATO NEL GIUGNO 2016, AGGIORNATO AL TRATTATO SULLA PROIBIZIONE DELLE ARMI NUCLEARI VOTATO ALLE NAZIONI UNITE NEL LUGLIO 2017

Sono in fase di sviluppo negli Stati Uniti – documenta la U.S. Air Force – le bombe nucleari B61-12, destinate a sostituire dal 2020 le attuali B61 installate dagli Usa in Italia e altri paesi europei.

La B61-12 – documenta la Federazione degli scienziati americani (Fas) – non è solo una versione ammodernata della B61, ma una nuova arma nucleare: ha una testata nucleare a quattro opzioni di potenza selezionabili, con una potenza media pari a quella di quattro bombe di Hiroshima;  un sistema di guida che permette di sganciarla a distanza dall’obiettivo; la capacità  di penetrare nel terreno per distruggere i bunker dei centri di comando in un attacco nucleare di sorpresa.

 
tempi duri per i disabili in Toscana PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Sabato 07 Ottobre 2017 09:49

Ciao a tutte e tutti,

la situazione si è fatta ancor più scandalosa in questa settimana.

Nella seduta di ieri mercoledì 4 ottobre, la terza Commissione del Consiglio regionale ha espresso parere favorevole alla pdl 126 – testo unico sulla disabilità (ora ha cambiato nome in disposizioni generali). Nella seduta del 7 settembre, la stessa Commissione aveva già bocciato la proposta di legge sulla vita indipendente. Nell’approvare il testo unico, la Commissione ha rigettato quasi tutte le nostre richieste e quando ha accolto qualcosa lo ha fatto nel peggiore dei modi facendo più casino che mai. In allegato, trovate il testo unico come discusso in Commissione. Come potete constatare, la vita indipendente è liquidata in modo molto maldestro e insoddisfacente.

La cosa ancora più grave è che durante la riunione di ieri sera abbiamo ricevuto l’e-mail con la convocazione e l’ordine del giorno della seduta del Consiglio regionale di martedì 10 e mercoledì 11 ottobre che prevede la discussione del testo unico. La proposta di legge sulla vita indipendente – pure all’ordine del giorno – va in aula col parere contrario della terza Commissione. Secondo il consigliere regionale Quartini che ho sentito prima, il Consiglio approverà sicuramente il testo unico, anche perché – nostra supposizione – presumibilmente lo vogliono presentare alla conferenza regionale. Inutile dire che questo sarà una grossa mancanza per tutti noi. Allego anche l’ordine del giorno della seduta del Consiglio.

Il solo modo per provare a ritardare tale approvazione sarebbe di bloccare i lavori del Consiglio in maniera molto pesante e decisa. Per fare ciò, bisogna essere in molti e non c’è tempo di fare una riunione organizzativa. Urge sapere quanti di noi sono disponibili ad essere in via Cavour a Firenze martedì 10 ottobre primo pomeriggio fino a sera. Sottolineo che stavolta saremmo costretti a fare parecchio più casino dell’ultima volta.

Ciao

per Associazione Vita Indipendente ONLUS

Luca Pampaloni

 

 

Attachments:
FileDescrizioneUploaderFile size
Download this file (consiglio regionale 10.11 ottobre 17  ODG171010S.pdf)consiglio regionale 10.11 ottobre 17 ODG171010S.pdf Maurizio Marchi72 Kb
Download this file (PDL 126_Testo a Fronte_2ottobre2017.pdf)PDL 126_Testo a Fronte_2ottobre2017.pdf Maurizio Marchi1031 Kb
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 165