Scrivici







Pubblicazioni

test

test

La sinistra è finita in discarica?

La sinistra è finita in discarica?

Non ce la date a bere

Non ce la date a bere

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

embargo popolare alla Turchia PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Venerdì 25 Ottobre 2019 08:44

mentre anche il governo PD-5Stelle traccheggia e "valuta", gli attivisti bloccano le armi in partenza per la Turchia, da Roma a Genova e (forse) a Livorno

Attachments:
FileDescrizioneUploaderFile size
Download this file (embargo popolare alla Turchia 2019.10.23 Un safari tra industrie delle armi.pdf)embargo popolare alla Turchia 2019.10.23 Un safari tra industrie delle armi.pdf Maurizio Marchi447 Kb
 
morire di smog, in Italia e in Europa PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Venerdì 25 Ottobre 2019 08:41

un ottimo dossier del Gruppo di intervento giuridico

Attachments:
FileDescrizioneUploaderFile size
Download this file (morire di smog ott 19.pdf)morire di smog ott 19.pdf Maurizio Marchi643 Kb
Ultimo aggiornamento ( Venerdì 25 Ottobre 2019 08:52 )
 
il sangue dei curdi con le armi italiane PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Giovedì 24 Ottobre 2019 10:57

dal sito mosaico di pace

L'economia che uccide

16 ottobre 2019 - Tonio Dell'Olio

E adesso tutti a piangere sul latte versato anche se si tratta piuttosto di “sangue versato”, quello dei curdi. Tutti a dire che non avremmo mai dovuto vendere armamenti a Istanbul (46 milioni di euro solo nei primi 6 mesi del 2019!) e a scoprire che addirittura in questo Paese che fa parte della nostra stessa alleanza NATO, non solo abbiamo venduto armi per centinaia di milioni di euro, ma addirittura Leonardo Italiana ha delocalizzato in Turchia la produzione di implacabili elicotteri Agusta A129 Mangusta che sono veri e propri strumenti di morte che si stanno rivelando particolarmente micidiali e letali in queste ore. L'indignazione - amara ma sincera - nasce dal fatto che organizzazioni promosse dalla società civile come OPAL – Osservatorio permanente sulle armi leggere e le politiche di sicurezza e difesa (non a caso con sede in Brescia) e la Rete Disarmo che raccoglie tante organizzazioni, in questi anni non hanno fatto altro che denunciare esattamente quel pericolo che oggi si sta tragicamente realizzando. Ma, ora in nome dell'occupazione da garantire, ora per via della fedeltà all'alleanza del patto atlantico, o ancora “perché la situazione economica non ci consente il lusso di ripensamenti etici...”, abbiamo preferito esportare strumenti di morte. Coerenza vuole che oggi alle inermi popolazioni curde messe a ferro a fuoco, chinando il capo e arrossendo per la vergogna, dovremmo coerentemente poter rispondere che abbiamo preferito ancora una volta i soldi alla vita. Punto e basta. Quando Papa Francesco parla di “economia che uccide” si riferisce anche a questo.

 
Riassunto del libro "Epidemiologia della guerra infinita" per Pax Christi PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Venerdì 25 Ottobre 2019 08:31

un riassunto del libro "Epidemiologia della guerra infinita": morti diretti (per bombardamenti e simili) e morti indiretti per epidemie, carestie, esodi forzati di massa: 48 milioni di morti tra il 1945 e il 2015, e la strage in "tempi di pace" continua.

Il libro è acquistabile a prezzo di costo al seguente link

"Epidemiologia della guerra infinita" 82 conflitti tra il 1945 e il 2015   dicembre 2018

https://ilmiolibro.kataweb.it/libro/saggistica/454080/epidemiologia-della-guerra-infinita/

Attachments:
FileDescrizioneUploaderFile size
Download this file (Intervista a pax christi risposte Marchi.pdf)Intervista a pax christi risposte Marchi.pdf Maurizio Marchi796 Kb
Ultimo aggiornamento ( Venerdì 25 Ottobre 2019 08:40 )
 
amianto e mortalità a cascina e dintorni PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Giovedì 24 Ottobre 2019 08:51

Cascina, Vicopisano, Bientina e Buti, una ricognizione della nocività dei tubi d'amianto nell'acqua potabile e della mortalità in eccesso nella zona. Non tutta la mortalità in eccesso probabilmente dipende dalle tubazioni d'amianto, si sospetta un ruolo negativo anche dell'industria del mobile (collanti, solventi, vernici, formaldeide, ecc). La situazione è in peggioramento nei dati ufficiali.

In allegato la presentazione di Maurizio Marchi, tenuta a Vico Pisano in solidarietà con i lavoratori ex Nuovo Pignone di Massa, ammalati e/o morti per essere stati esposti all'amianto, a loro insaputa. L'iniziativa è stata promossa dai COBAS.

Attachments:
FileDescrizioneUploaderFile size
Download this file (PP Amianto vicopisano 19.10.19.pdf)PP Amianto vicopisano 19.10.19.pdf Maurizio Marchi1299 Kb
Ultimo aggiornamento ( Giovedì 24 Ottobre 2019 09:09 )
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 253