Scrivici







Pubblicazioni

test

test

La sinistra è finita in discarica?

La sinistra è finita in discarica?

Non ce la date a bere

Non ce la date a bere

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

senato USA contro guerra in Yemen, la lega di Salvini no PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Domenica 16 Dicembre 2018 11:45

Voto storico: il Senato Usa ripudia la guerra in Yemen

Stati uniti. Sanders batte Trump e l'Arabia saudita: applicato per la prima volta il War Power Act del 1973 che attribuisce al Congresso il potere di autorizzare interventi militari. Ora la palla passa alla Camera

© LaPresse

Chiara Cruciati

15.12.2018

14.12.2018, 23:57

Uno a zero per il popolo yemenita. Giovedì, con un atto senza precedenti, il Senato Usa si è ripreso il potere che gli riconosce la legge e ha sfidato apertamente la politica muscolare e bellicosa dell’amministrazione Trump in Medio Oriente: con 56 voti favorevoli e 41 contrari, i senatori hanno approvato la risoluzione bipartisan presentata dal democratico Bernie Sanders e dal repubblicano Mike Lee che chiede al governo l’interruzione del sostegno americano alla campagna militare saudita in Yemen.

Ultimo aggiornamento ( Domenica 16 Dicembre 2018 11:57 )
 
CENSIS, cosa ha incattivito gli italiani PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Domenica 16 Dicembre 2018 10:58

Al link allegato, un sunto dettagliato del Rapporto CENSIS, presentato pochi giorni fa, sullo stato psico-sociale del popolo italiano.

Tra rancore e insicurezza, la salute è dimenticata.

Attachments:
FileDescrizioneUploaderFile size
Download this file (censis, cosa ha incattivito gli italiani, dic 18.pdf)censis, cosa ha incattivito gli italiani, dic 18.pdf Maurizio Marchi94 Kb
 
dalla TAV al TAP, l'Italia di opposizione c'è PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Lunedì 10 Dicembre 2018 16:42

8/12/18  Una marea NOTAV ha invaso Torino / idem Melendugno NO TAP,Niscemi NO Muos,Abruzzo NO HUB Gas,...

"la più grande manifestazione NO TAV", sostiene il Movimento NO TAV.

 

Di fatto lo è stata, la risposta del popolo NO TAV della Val Susa,del Piemonte, di noi tutte/i NO TAV giunti da ogni dove , comprese le delegazioni francesi NO TAV e dei " gilet gialli".

La posta in gioco era la sconfitta,anche quella dei numeri,riguardo alla pretesa SI TAV di cancellare 30 anni  di storia e resistenza  della Val Susa alla " grande opera,inutile, dannosa e costosa".

E COSI' E' STATO ! Speriamo che la lezione gli sia bastata ai SI TAV e al governo che li sostiene !

VICEVERSA li attende un'altra formidabile tappa della unitaria mobilitazione  contro tutte le opere corruttive e distruttive che le popolazioni combattono in ogni territorio - TAV,TAP,HUB GAS,TRIV,MUOS,MOSE,GRANDI NAVI, C.LI A CARBONE-GAS-GEOTERMICHE, IMPIANTI "BIOMASSE-BIOGAS" ,INCENERITORI,STOCCAGGI,RIGASSIFICATORI, ACQUA PRIVATA,FABBRICHE D'ARMI,....GLISOFATO, PFAS,......PEDEMONTANA, 3° VALICO,.......:  tutte/i convergeranno nella grande manifestazione preventivata a Roma per il 23 marzo.

Attachments:
FileDescrizioneUploaderFile size
Download this file (Marco Revelli _ I SI-TAV-antimoderni-fermi-alla-torino-di-gianduja-e-giacometta.)Marco Revelli _ I SI-TAV-antimoderni-fermi-alla-torino-di-gianduja-e-giacometta. Maurizio Marchi51 Kb
Download this file (viale tav non un treno.pdf)viale tav non un treno.pdf Maurizio Marchi477 Kb
 
gli USA non si rassegnano al loro declino PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Martedì 11 Dicembre 2018 11:28

Gli Usa si preparano allo scontro con Russia e Cina

Manlio Dinucci


A prima vista sembra la sceneggiatura di un film catastrofico di Hollywood. È invece uno degli scenari prospettati nel rapporto ufficiale 2018 dalla Commissione incaricata dal Congresso degli Stati uniti di vagliare la strategia di difesa nazionale:

«Nel 2019, in base a false notizie su atrocità contro le popolazioni russe in Lettonia, Lituania ed Estonia, la Russia invade questi paesi. Mentre le forze Usa e Nato si preparano a rispondere, la Russia dichiara che un attacco alle sue forze in questi paesi sarà considerato un attacco alla Russia stessa, prospettando una risposta nucleare. Sottomarini russi attaccano i cavi transatlantici in fibra ottica e hackers russi interrompono le reti elettriche negli Usa, mentre le forze militari russe distruggono i satelliti militari e commerciali Usa. Le maggiori città statunitensi vengono paralizzate, mettendo fuori uso Internet e cellulari».

La Commissione bipartisan, composta da sei repubblicani e sei democratici, prospetta uno scenario analogo in Asia: nel 2024 la Cina effettua un attacco di sorpresa contro Taiwan, occupandola, e gli Stati uniti non sono in grado di intervenire a un costo accettabile perché le capacità militari cinesi hanno continuato a crescere, mentre quelle statunitensi sono stagnanti a causa della insufficiente spesa militare.

Tali scenari – chiarisce la Commissione – esemplificano il fatto che «la sicurezza e il benessere degli Stati uniti sono a rischio più di quanto lo siano stati negli scorsi decenni».

Dalla Seconda guerra mondiale gli «Stati uniti hanno guidato la costruzione di un mondo di inusuale prosperità, libertà e sicurezza. Tale realizzazione, di cui essi hanno enormemente beneficiato, è stata resa possibile dalla ineguagliata potenza militare Usa».

Attachments:
FileDescrizioneUploaderFile size
Download this file (link libro guerre Marchi.pdf)link libro guerre Marchi.pdf Maurizio Marchi176 Kb
 
geotermia, minacce per procurato allarme PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Domenica 09 Dicembre 2018 09:44

I comitati fanno informazione, i sindaci minacciano denunce (con i soldi degli altri?)


Ringalluzziti dal raduno pro centrali Enel di Larderello, ci vogliono portare in tribunale per “procurato allarme”. Peccato che gli stessi dati pubblici, gli scienziati e la magistratura si esprimano diversamente. Se questo è il confronto che vogliono lo faremo anche nei tribunali, ma -come fanno i comitati- che paghino le cause con i loro soldi e non con le casse pubbliche.
Il sindaco di Castelnuovo Valdicecina, Alberto Ferrini, afferma che sta lavorando con gli altri
sindaci per avviare iniziative legali “forti” al fine di impedirci di “strumentalizzare il tema della
salute pubblica” e invoca il reato di Procurato Allarme, scritto con lettere maiuscole per accentuare il suo pensiero, reato introdotto nel 1930 dal Codice Rocco, a cui tutti i democratici sono particolarmente legati. Lui parla di una “inesistente questione sanitaria” e chiude sollecitando gli altri sindaci: “dobbiamo intraprendere azioni legali anche insieme”, facendo intendere con i soldi della collettività.
Questi signori così disponibili alla libera espressione delle idee e al confronto civile di opinioni
anche molto differenti, debbono sapere diversi fatti, che di seguito elenchiamo, per evitare di
spendere inconsapevolmente e inutilmente soldi pubblici al solo fine di intimorire i loro avversari, perché potrebbero rispondere delle loro azioni personalmente davanti alla Corte dei Conti.
Questi i dieci fatti, che ci fanno sostenere che siamo in buona compagnia:

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 200