Scrivici







Pubblicazioni

test

test

La sinistra è finita in discarica?

La sinistra è finita in discarica?

Non ce la date a bere

Non ce la date a bere

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

acque nel pistoiese: secondo Arpat la situazione è molto grave PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Lunedì 11 Febbraio 2019 18:21

anche alla luce di questo rapporto ufficiale, no all'espansione della florovivaistica

Sito arpat Lunedì 11 Febbraio 2019



Fitofarmaci: criticità elevata nel pistoiese


Nel 2017 nel territorio pistoiese, le maggiori criticità riscontrate riguardano il Glifosate utilizzato nel floro-vivaismo pistoiese, nonché il suo prodotto di degradazione, l’AMPA (acido aminometilfosfonico)

ARPAT esegue la ricerca dei residui di prodotti fitosanitari nell’ambito del monitoraggio ambientale sulla qualità delle acque interne attraverso tre reti:

  • quella delle acque superficiali (laghi e corsi d’acqua) avente come scopo la classificazione dello Stato Chimico ed Ecologico
  • quelle delle acque sotterranee
  • quella delle acque superficiali destinate alla potabilizzazione

I principi attivi (erbicidi, fungicidi e insetticidi) ricercati in 37 stazioni (acque superficiali e sotterranee) sono stati oltre cento; a questi si aggiunge l’erbicida Glifosate ed il suo prodotto di degradazione, l’Acido aminometilfosfonico (AMPA) la cui determinazione, essendo onerosa e complessa, è stata limitata a 22 stazioni, ritenute più significative in base all’analisi di pressioni ed impatti.

Risultati acque superficiali

Per quanto riguarda le acque superficiali, nel 2017, il superamento dello Standard di Qualità Ambientale

  • per i Pesticidi Totali si è avuto in 9 stazioni su 16
  • per singolo principio attivo, come media annuale, si è avuto in 14 stazioni, in nove casi determinati soltanto da Glifosate e/o AMPA.
 
70 anni di guerre tra il 1945 al 2015, un nuovo libro PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Domenica 10 Febbraio 2019 11:41

70 anni di guerre tra il 1945 al 2015, un nuovo libro di Maurizio Marchi. 82 conflitti con  24 milioni di morti diretti, più almeno altrettanti indiretti (carestie, epidemie collegate, devastazioni ambientali, profugazioni di massa, ecc). Siamo quasi al disastro della seconda guerra mondiale, se non oltre.

Il libro è acquistabile a prezzo di costo al link

"Epidemiologia della guerra infinita" dicembre 2018

https://ilmiolibro.kataweb.it/libro/saggistica/454080/epidemiologia-della-guerra-infinita/

In allegato il riassunto in estrema sintesi e una tabella.

Si spera che si esprima interesse da parte di associazioni o singoli a presentazioni pubbliche del libro, e dei temi lì affrontati.

Attachments:
FileDescrizioneUploaderFile size
Download this file (epidemiologia della guerra infinita, riassunto.pdf)epidemiologia della guerra infinita, riassunto.pdf Maurizio Marchi293 Kb
Download this file (TABELLA guerre.pdf)TABELLA guerre.pdf Maurizio Marchi557 Kb
Ultimo aggiornamento ( Giovedì 14 Febbraio 2019 11:12 )
 
gli effetti sulla salute della geotermia toscana, un libro PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Sabato 09 Febbraio 2019 17:48

questo è il secondo libro di Maurizio Marchi sulla geotermia e i suoi effetti sulla salute. Il primo è del 2014, composto a quattro mani con Roberto Barocci, disponibile online su questo sito. Questo secondo libro è una lettura critica degli aggiornamenti epidemiologici della Regione Toscana, svolti fino al 2016, nel tentativo di minimizzare la percezione popolare della nocività della geotermia. Ha una prefazione del cardiologo Claudio Marabotti, che opera presso l'ospedale pubblico di Cecina.

Per chi preferisce la versione cartacea, è acquistabile a prezzo di costo al link in allegato.

Qui è reso disponibile anche online, per una maggiore fruibilità.

Attachments:
FileDescrizioneUploaderFile size
Download this file (geotermia libro tutto  Base_205x285(10).pdf)geotermia libro tutto Base_205x285(10).pdf Maurizio Marchi5186 Kb
Download this file (link gli effetti sulla salute della geotermia toscana  2018.pdf)link gli effetti sulla salute della geotermia toscana 2018.pdf Maurizio Marchi178 Kb
 
Costarica, niente esercito, più servizi sociali e qualità della vita PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Domenica 10 Febbraio 2019 10:16

Costa Rica: 70 anni senza esercito

 

Sito unimondo Sabato, 13 Gennaio 2018

 

Foto: italiacostarica.com

L'Italia spende circa 64 milioni di euro al giorno per le sue Forze armate. Pur comprendendo la necessità di avere servizi segreti efficienti, delle forze armate sempre più integrate a livello europeo e a servizio dei peace-keeping dell'Onu, vediamo il caso studio del Costa Rica; paese prospero e felice, al contrario dei suoi vicini.

Guatemala, Honduras e El Salvador, infatti, sono afflitti da povertà e violenza croniche. Sono fucine di rifugiati per gli Stati Uniti. Panama, data la sua posizione strategica, ha purtroppo acquisito il titolo indesiderato di “capitale mondiale per riciclaggio di denaro sporco e corruzione”. E tutti assieme, compreso il Nicaragua paralizzato da paura e violenza, affrontano ricorrenti sconvolgimenti politici.

Eppure, in mezzo a questo caos, il Costa Rica rimane un'isola di stabilità politica e prosperità economica. Il segreto del paese è che non ha nessun esercito permanente. Ha utilizzato i risparmi della spesa per la difesa per migliorare l'istruzione, l'assistenza sanitaria e una rete di sicurezza sociale durevole.

In questo 2018, il Costa Rica segna il suo 70° anniversario dall' abolizione delle sue Forze Armate: di cielo, di mare e di terra, per dirla con chi si affacciava a Piazza Venezia. S'è classificato lo scorso anno primo in America Latina e dodicesimo al mondo in felicità, secondo il World Happiness 2017. Per l' Happy Planet Index addirittura al primo posto al mondo.

 
mercurio in val di Cecina, un disastro dimenticato, un libro PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Sabato 09 Febbraio 2019 11:59

“Val di Cecina al mercurio, un disastro dimenticato” di Marchi e Belleggia     maggio 2016

http://reader.ilmiolibro.kataweb.it/v/1180421/

il libro si focalizza sull'inquinamento da mercurio in Val di Cecina, proveniente dal sito Canova (Comune di Pomarance), un ex pozzo di salgemma sfruttato dagli anni '60 al 1994, poi sprofondato, ma anche dalla geotermia e dall'elettrolisi del sale a Saline di Volterra. E' disponibile al link sopra per chi preferisce la versione cartacea, a prezzo di costo.

Ma si rende disponibile qui anche online, per una maggiore fruibilità.

Attachments:
FileDescrizioneUploaderFile size
Download this file (1 template val di cecina al mercurio 1-63.pdf)1 template val di cecina al mercurio 1-63.pdf Maurizio Marchi4298 Kb
Download this file (2 template val di cecina al mercurio 64-266.pdf)2 template val di cecina al mercurio 64-266.pdf Maurizio Marchi9111 Kb
Download this file (Bambina malformata di Minamata.pdf)Bambina malformata di Minamata.pdf Maurizio Marchi255 Kb
Download this file (indice libro canova.pdf)indice libro canova.pdf Maurizio Marchi577 Kb
Ultimo aggiornamento ( Sabato 09 Febbraio 2019 17:47 )
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 8 di 219