Scrivici







Pubblicazioni

test

test

La sinistra è finita in discarica?

La sinistra è finita in discarica?

Non ce la date a bere

Non ce la date a bere

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

la Solvay estrae sale con acqua dolce PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Venerdì 09 Novembre 2018 18:34

una contraddizione in termini, non più sopportabile, e risolvibile con un dissalatore di acqua di mare, alimentato da energie rinnnovabili (fotovoltaico ed eolico).


Si veda il video di Maurizio Marchi, che spiega il processo e i problemi annessi, compresi gli enormi sprechi.

https://youtu.be/9vuEKE1C_b4

 
amianto, la lotta continua anche in tribunale PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Venerdì 09 Novembre 2018 09:36

Amianto: una vittoria a Palermo e una sconfitta a Milano

7 novembre 2018

comunicato di Medicina Democratica e AIEA

«Ascoltare la sentenza che condanna i dirigenti di Fincantieri mi fa credere ancora nella giustizia» ha dichiarato Maura Crudeli, presidente di Aiea (Associazione Italiana Esposti Amianto) presente come parte civile ieri al Tribunale di Palermo: «e mi emoziona in prima persona, avendo perso mio padre Mauro Crudeli, coibentatore presso la Fincantieri di Monfalcone, per un terribile mesotelioma peritoneale 8 anni fa. Qui a Palermo, nelle aule di giustizia, si sta riconoscendo la colpa per omicidio colposo di coloro che fecero lavorare gli operai in ambienti non salubri, carichi di un potente cancerogeno come l’amianto, senza le dovute precauzioni e dispositivi di sicurezza, senza informarli del pericolo che correvano».
Come è noto gli ex vertici di Fincantieri Palermo – Luciano Lemetti, Antonino Cipponeri e Giuseppe Cortesi – sono stati condannati in primo grado a 4 anni, 2 anni e 4 mesi e a 3 anni e 4 mesi ciascuno di carcere per omicidio colposo plurimo per la morte di 10 operai, lesioni gravissime a 9 operai. Un riconoscimento di colpa, anche se arriva a 10 anni dall’inizio della vicenda processuale, una delle 7 in corso contro i vertici di Fincantieri, responsabili della morte e di gravi lesioni per centinaia di lavoratori.

 
un volano, ma di inquinamento e malattie PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Venerdì 02 Novembre 2018 18:01

Da Rassegna sindacale della CGIL

 

Energie rinnovabili

Governo toglie incentivi, allarme per geotermia toscana

31 ottobre 2018 ore 18.03

Cgil-Filctem-Fillea Toscana: “Una decisione che penalizzerebbe la nostra Regione, il geotermoelettrico costituisce un volano di sviluppo”

"La Cgil Toscana, insieme alle categorie dei lavoratori diretti e dell’indotto operanti nel settore geotermico, manifesta viva preoccupazione in merito alle notizie riguardanti lo schema di decreto sull’incentivazione delle fonti di energia rinnovabile (Fer1) trasmesso dal ministero dello Sviluppo economico al ministero dell’Ambiente, che escluderebbe il geotermoelettrico dagli incentivi, rinviando il tema a un successivo decreto". È quanto dichiarano Maurizio Brotini (segreteria Cgil Toscana), Fabio Berni (segretario generale Filctem Toscana), Giulia Bartoli (segretaria generale Fillea Toscana).

"Una decisione di questo tipo penalizzerebbe fortemente la Toscana, che, attraverso l’energia geotermica, rinnovabile e inesauribile, copre oltre il 30% della produzione elettrica regionale e occupa circa 1.700 addetti, fra diretti e indotto", continuano i tre dirigenti sindacali.

"La geotermia costituisce un importante volano di sviluppo per i territori interessati, da consolidare nelle ricadute positive a favore delle comunità e nel rispetto della salute e dell’ambiente. Invitiamo anche le istituzioni locali e toscane a far sentire la propria voce in merito", concludono i sindacalisti.

 

 
il governo peggiora la qualità dei fanghi in agricoltura PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Venerdì 09 Novembre 2018 08:36

nei due documenti allegati si approfondisce la questione dei fanghi permessi allo spandimento su terreni agricoli, alzando  di 20 volte il limite degli idrocarburi.

Il primo è una presa di posizione del Comitato "Liberi dai fanghi" sostenuto anche da tante associazioni, tra cui Medicina democratica.

Il secondo è una presa di posizione di ISDE (Medici per l'ambiente) da un punto di vista medico degli effetti di questi fanghi sulle colture e sulla salute dei consumatori.

Attachments:
FileDescrizioneUploaderFile size
Download this file (ISDE 2018.10.30-Comunicato-stampa-Fanghi-depurazione-e-Decreto-Genova.pdf)ISDE 2018.10.30-Comunicato-stampa-Fanghi-depurazione-e-Decreto-Genova.pdf Maurizio Marchi425 Kb
Download this file (Liberi dai Fanghi_Comunicato decreto Genova.pdf)Liberi dai Fanghi_Comunicato decreto Genova.pdf Maurizio Marchi203 Kb
 
mal d'aria in Europa PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Venerdì 02 Novembre 2018 17:43

Dal sito la bottega del Barbieri

Morire di smog, una “normalità”

2 novembre 2018

L’Italia è fra i Paesi peggiori per la qualità dell’aria

ripreso da gruppodinterventogiuridicoweb.com

Parigi, smog (da http://www.meteoweb.eu)

Secondo il Rapporto 2018 sulla qualità dell’aria dell’Agenzia Europea dell’Ambiente (E.P.A.), la situazione della qualità dell’aria nel Vecchio Continente è tuttora molto grave.

Le politiche passate e attuali insieme ai progressi tecnologici hanno portato a una riduzione lenta ma costante di tali effetti negativi. Le stime aggiornate riportate nella relazione indicano che nel 2015 le concentrazioni di PM2,5 hanno causato circa 422 000 morti premature in 41 paesi europei, di cui circa 391 000 nei 28 Stati membri dell’UE. Una valutazione di più ampio respiro, inclusa nel rapporto di quest’anno e che risale al 1990, mostra che le morti premature dovute al PM2,5 sono state ridotte di circa mezzo milione all’anno grazie all’attuazione delle politiche europee in materia di qualità dell’aria e all’introduzione di misure a livello nazionale e locale che hanno portato, ad esempio, ad automobili e industria meno inquinanti ed energia più pulita”.

L’ Organizzazione Mondiale della Sanità (O.M.S.) rincara la dose.

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 02 Novembre 2018 18:25 )
 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Succ. > Fine >>

Pagina 11 di 200