Scrivici







Pubblicazioni

test

test

La sinistra è finita in discarica?

La sinistra è finita in discarica?

Non ce la date a bere

Non ce la date a bere

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

OLT, quanto ci costi ? PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Venerdì 21 Novembre 2014 19:21

Altro che sviluppo e occupazione .... Quanto ci costa il rigassificatore OLT di Livorno :

-          Il dono è stato calcolato dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas in 45 milioni l’anno (calcolato, quindi ancora una cifra esatta non la si sa)

-          Il dono è calcolato sul 64% dei mancati ricavi, nel caso di inoperosità del terminale

-          Il dono ha valore retroattivo e quindi 45 mln per il 2013-2014 e per i prossimi 20 anni (visto che con grandissima probabilità il terminale non rigassificherà mai un m3 di gas e, al massimo, farà da serbatoio di stoccaggio)

Tutta la vicenda è molto opaca e  il governo fa di tutto per renderla poco comprensibile (vedi le dichiarazioni del vice ministro del MIsE De Vincenti sui 160 mln di risparmi garantiti dalla OLT).

 
difetti congeniti o indotti dall'inquinamento ? PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Giovedì 20 Novembre 2014 17:48

Dal registro toscano difetti congeniti 2014 (pag. 10)

DISTRIBUZIONE DEI CASI PER GRUPPI DI DIFETTI
Nella tabella 4.1 viene esaminata la distribuzione dei casi registrati tra i nati e le IVG per 13
gruppi di difetti compresi tra quelli in uso, revisionati nel febbraio 2012, nel progetto di
registrazione e sorveglianza delle anomalie congenite EUROCAT

 
LEGGE "AD AZIENDAM" PER SOLVAY PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Giovedì 20 Novembre 2014 10:18

Sale, acqua, scarichi Solvay, un groviglio che si taglia solo con il dissalatore

Un bulletto si aggira per l’Europa, dicendo delle cose e facendone tutt’altre: ha la faccia da bambino, ma fa cose tremende, anche contro la “sua” Toscana. L’ultima quella con il suo ministro Galletti.

Il 25 giugno 2014 – sotto il titolo tutto “renziano” “Ambiente protetto”  - Il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti  ha emesso il Decreto Legge n. 91: è una legge su misura della Solvay di Rosignano, e non è la prima.

 
INQUINAMENTO FEROCE DEL MARE PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Giovedì 20 Novembre 2014 10:39

Tre balene morte in un anno e mezzo tra Rosignano e Livorno non sono certo un caso, ma frutto di un inquinamento feroce del mare. La balena spiaggiata a Castiglioncello non sia tagliata, ma lo scheletro sia salvato (a differenza di quello della balena spiaggiata nel marzo 2013) ed esposto in una piazza importante di Rosignano o Castiglioncello "a perenne monito di tutti gli inquinatori del mare". Le parti più sensibili del corpo siano esaminati accuratamente e i risultati siano resi pubblici dagli enti coinvolti nella rimozione.

 
la Toscana non riconosce la malattia MCS PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Giovedì 20 Novembre 2014 10:05

Ecco la risposta, non firmata, della Regione Toscana ad una richiesta Atti di MD:

" Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Gentile Sig. Marchi,

La Regione Toscana con DGR 404/2005 aveva riconosciuto l'MCS come patologia rara in esenzione ma poi con DGR 282/2007 ha revocato tale riconoscimento in attesa degli esiti di uno specifico approfondimento che ha trovato risposta nel parere espresso dal Consiglio Superiore di Sanità il 25 settembre 2008  che recita quanto segue:

“1. la condizione nota come SCM o IIA non appare al momento come entità nosologicamente individuabile, non essendo disponibili evidenze in questo senso nella letteratura scientifica;

2. l’assenza di chiari riferimenti etiopatogenetici e di procedure di riconoscimento nosologico non rende oggi possibile la definizione e quindi la validazione di percorsi diagnostici e/o terapeutici da introdurre all’interno del SSN per la gestione clinica di questi soggetti;

3. la condizione nota come ‘Sensibilità Chimica Multipla’ detta anche ‘Intolleranza Idiomatica Ambientale ad Agenti Chimici’ non può essere considerata ‘malattia rara’, attese anche le stime di prevalenza dei sintomi oscillanti tra il 2% ed il 10% della popolazione generale”

A seguito di ciò la sensibilità chimica multipla non rientra ad oggi tra le patologie rare riconosciute in esenzione dal Sistema Sanitario Nazionale e Toscano."

E' molto grave, per una patologia che si espande di giorno in giorno, e che ad esempio negli USA (dove coinvolge 3/4 milioni di persone) è riconosciuta da anni.

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 20 Novembre 2014 10:16 )
 
<< Inizio < Prec. 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 Succ. > Fine >>

Pagina 180 di 257