Scrivici







Pubblicazioni

test

test

La sinistra è finita in discarica?

La sinistra è finita in discarica?

Non ce la date a bere

Non ce la date a bere

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

VAL DI CORNIA SEDOTTA E ABBANDONATA PDF Stampa E-mail

DOPO L'ACQUA CHIUSA NEGLI ASILI DELL'ELBA PER ARSENICO E BORO,

DOPO LA CONFERMA DI ARSENICO E BORO A PIOMBINO E VIGNALE RIOTORTO,

DOPO I TRIALOMETANI A PIANOSA,

ANCHE LA SPIAGGIA DI BARATTI (una delle più belle della Toscana) INQUINATA PER MANCANZA DI UN DEPURATORE:

Tirreno 3.9.11

I locali a Baratti pagano fino a 3500 euro al mese per i servizi Asiu ed Asa. Petizione sostenuta dalla Confesercenti

Golfo senza fogne, scoppia la protesta

Da oggi i ristoratori chiedono 50 centesimi per l’uso del bagno

V.P.

 PIOMBINO. La sequenza è questa. Baratti ancora senza fogne. Costi per la depurazione alle stelle. Ristoranti che suppliscono alla scarsità di servizi igienici. E che da oggi, clienti esclusi, faranno pagare 50 centesimi a chi deve usare il bagno. La decisione degli operatori è maturata dopo che sono andati a vuoto i tentativi di ottenere una riduzione delle fatturazioni Asiu, su cui incide una pesante quota Asa.

 

 Naufragata la richiesta di un protocollo che focalizzasse i tempi per una soluzione.

 L’azione che comincerà oggi - sostenuta dalla Fiepet Confesercenti - ha un valore simbolico. Un po’ una provocazione per mettere al centro un problema a cui, fino a quando i costi si sono dimostrati sostenibili, non è stato dato peso più di tanto.

 Da un paio di stagioni, però, le cose sono cambiate. Tanto che dai mille euro del 2007, si è passati gradualmente ai 16.400 del 2009 e agli oltre 24 mila del 2010. L’esempio è calibrato su un’attività aperta da aprile a ottobre. Circa 3mila cinquecento euro al mese. Più o meno il doppio di quanto sono tenute a pagare strutture analoghe per un anno intero.

 I titolari dei sei locali e la loro associazione di categoria affiancano la richiesta di pagamento ad una petizione indirizzata all’assessore Luca Pallini, con cui hanno avuto un incontro ritenuto insoddisfacente, e al sindaco, Gianni Anselmi.

 Con le firme raccolte da oggi tra residenti e turisti, si chiede che le scelte di bilancio includano l’investimento per la realizzazione delle fognature, evitando così che nel 2012 si ripresenti la stessa situazione. Locandine e volantini tratteggiano il quadro, auspicando la comprensione dei frequentatori del golfo.

 Per Adeanna Grilli, responsabile di zona Confesercenti, gli operatori non possono più reggere questo peso: «Suppliscono ad una carenza seria di servizi accollandosene i costi per intero. E non possono rischiare - dice - di arrivare all’anno prossimo nelle condizioni di adesso».

 E cioè pagando trenta euro per ogni metro cubo di acque nere da smaltire nel depuratore di Riotorto, gestito da Asa, oltre al costo fisso di circa 200 euro ogni volta che, per trasferire i liquami, chiamano l’Asiu o le ditte del settore.

 A Baratti, con migliaia di presenza estive, i bagni disponibili si riducono a poche unità. A parte quelli in pineta, affidati ad un privato (il costo del servizio è di 50 cent., un euro per la doccia), si contano tre o quattro Sebac e un paio di casottini non sempre accessibili. Altrimenti, i ristoranti. Oppure soluzioni en plein air. Mare incluso.

 

 

COSTI DELLA DEPURAZIONE ALLE STELLE 

IL COMUNE

«Il primi lavori per la rete pronti entro l’estate prossima»

 PIOMBINO. «Le fogne a Baratti? Sono da tempo un obiettivo strategico. Primo lotto entro l’estate 2012». Il giudizio è della giunta, chiamata in causa dalla protesta dei ristoratori. La rete è stata inserita nel piano particolareggiato ed è indispensabile per rendere fattibile l’ottenimento della Bandiera Blu. «Stiamo facendo di tutto per realizzare l’opera, nonostante le difficoltà finanziarie in cui versano i Comuni», afferma l’assessore Luca Pallini.

 Il progetto, concordato dal Comune con Asa, prevede la realizzazione in tre fasi per un costo di 700mila euro. Con il primo, il più impegnativo, la conduttura arriverà dai Villini al depuratore di Riotorto. Sarà cofinanziato da Comune e Asa al 50% per un importo totale di 350.000 euro. A breve è prevista l’apertura del bando di gara per l’assegnazione dei lavori, con l’obiettivo di concludere questa prima parte entro la prossima estate.

 Il prossimo 26 settembre in consiglio comunale sarà portata la variazione di bilancio che consentirà al Comune di finanziare l’opera. Per ottenere i pareri necessari, ci sono stati i primi contatti con la Sovrintendenza. Con il secondo lotto le fogne collegheranno Canessa ai Villini e con il terzo raggiungeranno il borgo di Populonia.

 V.P.