il 79 % dei punti di prelievo dell'acqua potabile nella classe peggiore Stampa
Scritto da Maurizio Marchi   
Mercoledì 09 Aprile 2014 23:34

Si veda  il link   http://www.arpat.toscana.it/notizie/arpatnews/2014/075-14/075-14-le-acque-superficiali-destinate-alla-potabilizzazione

scrive ARPAT: "Rispetto alla precedente proposta (triennio 2010-12) il numero di stazioni in SubA3 è in leggero aumento (37 contro 35). Aumentano sensibilmente (49%) le classificazioni A3, diminuiscono le classificazioni A2. In figura l’andamento delle classificazioni degli ultimi anni."

IN PIU', NON SEMBRA CHE CI SIANO STAZIONI ARPAT DI CONTROLLO NELLE ZONE GEOTERMICHE DI LARDERELLO E AMIATA.


NOTA: A1, A2, A3, SubA3 in ordine a scalare per qualità. L'ultima è la peggiore.
Ultimo aggiornamento ( Venerdì 11 Aprile 2014 10:25 )