uno studio INAIL sulle discariche che ricevono amianto Stampa
Scritto da Maurizio Marchi   
Martedì 18 Febbraio 2014 17:30

MEDICINA DEMOCRATICA

Inail chiarisca, non può valere la privacy sulla salute pubblica

Il giorno 7 marzo c.a. giungeva a Medicina democratica una raccomandata da due avvocati di Verona incaricati da REA Impianti srl, circa presunte “ Dichiarazioni diffamatorie rese a mezzo stampa in data 19/20 febbraio 2014. Contestazione e diffida.”

Premesso che questa onlus non è usa a rendere “dichiarazioni diffamatorie” contro chicchessia, ma tenuta secondo il proprio Statuto a rendere edotta la cittadinanza e l’opinione pubblica delle nocività presenti sul territorio, e se del caso trascinare in tribunale gli attori agenti di nocività, si risponde nel merito.

L’Autorizzazione della Provincia di Livorno n. 277 del 30.10.2007, resa al Comune di Rosignano Marittimo , autorizzava per 5 anni lo stesso Comune a ricevere nella discarica, gestita da REA SpA, decine di tipi di rifiuti speciali, come 170506 fanghi di dragaggio, 170508 pietrisco per massicciate ferroviarie, 180104 rifiuti ospedalieri, 190112 ceneri pesanti e scorie, 190114 ceneri leggere, ( pag. 27 e seg.), ma non i rifiuti 170604 contenenti amianto.

L’Autorizzazione della Provincia di Livorno n. 159 del 6.11.2012 autorizzava direttamente REA Spa a ricevere per i successivi 8 anni nella stessa discarica , decine di tipi di rifiuti speciali, oltre a quelli elencati sopra, come 170302 miscele bituminose, 160605 batterie ed accumulatori, 160803 catalizzatori esauriti contenenti metalli , ecc (pag. 32 e seguenti), ma non i rifiuti 170604 contenenti amianto.

Lo Studio Inail “Mappatura delle discariche che accettano in Italia i rifiuti contenenti amianto e loro capacità di smaltimento passate, presenti e future” edizione 2013, sembrava rettificare e precisare il quadro dei rifiuti accettati.

L’”equivoco” essenziale, che la smentita (su “Il Tirreno” del 23.2.14) dell’Ufficio stampa di INAIL non ha chiarito, sembra causato dalla cartina ( molto approssimativa) riportata a pag. 31 dello Studio stesso, che qui si riproduce.

Figura 5: Mappa georiferita delle discariche accettanti RCA aperte a Giugno 2013 con relativo numero identificativo.

!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

La discarica numero 5, benché incomprensibilmente non sia dichiarato il nome del luogo né il comune in cui è ubicata, per motivi di “privacy”, è stata ritenuta da MD la discarica di Scapigliato, in Comune di Rosignano Marittimo (LI). D’altra parte Arpat, con la mappatura SIRA, identifica esattamente Scapigliato con le coordinate geografiche ( 43,467 10,472) non accampando alcun motivo di “privacy”, come da MD ritenuto giusto.

Tutto ciò premesso, con la presente si chiede all’Ufficio stampa di Inail di chiarire il nome e il Comune in cui si trova la discarica n. 5 ricevente RCAmianto, non ritenendo plausibile invocare la legge sulla privacy per operazioni di una qualche o notevole pericolosità per la salute pubblica, svolte su territori comunque pubblici, e potenzialmente ricadenti sulla rete idrica indiscutibilmente pubblica.

Rosignano 19.3.14

Attachments:
FileDescrizioneUploaderFile size
Download this file (discariche che ricevono amianto INAIL 2013.pdf)discariche che ricevono amianto INAIL 2013.pdf Maurizio Marchi6088 Kb
Ultimo aggiornamento ( Sabato 22 Marzo 2014 19:02 )