Scrivici







Pubblicazioni

test

test

La sinistra è finita in discarica?

La sinistra è finita in discarica?

Non ce la date a bere

Non ce la date a bere

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

AMIANTO A ROSIGNANO PDF Stampa E-mail

L'ATTIVITA' DELL'ASSOCIAZIONE ONA (Osservatorio nazionale amianto)  A ROSIGNANO :

 

 

Il Tirreno 3.9.11

Malati di amianto, nuove denunce

Stamani sarà presentata l’attività dello sportello aperto a Rosignano

CHIARA CASTALDI

ROSIGNANO. «Circa 50 nuovi casi di patologie da amianto nella Bassa Val di Cecina». È quanto rivela l’avvocato Ezio Bonanni, coordinatore nazionale dell’Ona (Osservatorio nazionale sull’amianto), in merito all’attività svolta dallo sportello di Rosignano Solvay inaugurato il 28 maggio scorso. L’associazione, nata nel 2007 e di cui l’avvocato romano è coordinatore per gli affari legali, si occupa di assistenza legale, orientamento e supporto di vario genere per le vittime dell’amianto sul lavoro, in tutta Italia. «Le denunce sono una decina - afferma Bonanni - la maggioranza delle quali nei confronti di Solvay, le altre verso l’Autorità portuale di Livorno. Il pubblico ministero che si occuperà dei casi è Paola Rizzo».

 

 Dunque, l’apertura dello sportello in via della Costituzione ha fatto emergere nuovi casi. «L’Ona - dice Bonanni - ha preso atto che ci sono molti nuovi casi di malattie professionali tra i lavoratori portuali e della cantieristica navale e dell’industria chimica, e anche di recenti decessi dovuti soprattutto a casi di mesotelioma e di adenocarcinoma, rispetto ai quali non può essere messo in dubbio il nesso di causalità con l’esposizione professionale all’amianto. Si tratta - prosegue - di episodi che non sempre hanno trovato il riconoscimento da parte dell’Inail nonostante si tratti di patologie tabellate».

 Questi risultati saranno illustrati nella conferenza in programma questa mattina alle 10 nella sede locale (una delle due in Toscana, l’altra si trova a Castelnuovo val di Cecina) al centro Rodari in via della Costituzione.

 «Durante la riunione - conclude Bonanni - sarà anche presentato il nuovo servizio di consulenza di medicina del lavoro, svolto per e-mail ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) o telefonicamente (al 337-200888) dal dottor Paolo Pitotto: una sorta di servizio di orientamento che si aggiunge ai normali servizi molto efficienti di medicina del lavoro».

 All’incontro, oltre all’avvocato Bonanni, saranno presenti il coordinatore provinciale Enrico Nassi, quello regionale Massimiliano Posarelli, e lo stesso dottor Pitotto. Nel pomeriggio, alle 17, ci si sposterà a Castelnuovo val di Cecina per un’altra conferenza sulla prevenzione e terapia delle malattie da esposizione a fibre di amianto e sul risarcimento danni.

 Per informazioni sullo sportello contattare il responsabile al numero 334 / 2533868, o il 327 / 5436055.